Consapevolezza, tra conoscenza e meditazione

Tornare UNO: la Consapevolezza, tra conoscenza e meditazione, per coltivare gioia e armonia.

Incontri di sensibilizzazione all’importanza della Consapevolezza e alla pratica dell'”esserci e non-fare”, 

per l’integrazione del dualismo e della pluralità.

 

 

Tornare ad essere Uno: ecco la direzione che oggi impelle, urge riconoscere ed intraprendere.

La forza che domina il nostro mondo e la nostra vita è quella centriFUGA, che appunto rifugge dal centro, dove ogni cosa nasce e convive, coesiste, nella forza data dall’unione.

La forza centrifuga porta con sé il rischio evidente della disgregazione, della dis-Integrazione e della dis-Persione. Lo vediamo, purtroppo, nella vita di ogni giorno.

Più siamo DISTRATTI, oppure impegnati nella piucchelegittima “lotta alla sopravvivenza” (forse, chissà, organizzata e pianifica ad hoc), meno tempo, meno forza, e a volte purtroppo anche meno “desiderio” abbiamo, di – o per – dedicarci AD “altro”, come ALL'”altro”.

Quell’ALTRO, in realtà, siamo sempre noi: siamo, anche, quella parte dimenticata, talora sepolta, accantonata per mancanza di “qualcosa”… quella parte che ancora sa Sognare e Desiderare, soprattutto, che SA VOLERE.

Come non rammentare allora l’antico adagio “divide et ìmpera?”. Esatto. E’ il “sistema” che lo vuole.

Lasciamoci distrarre, sì, ma solo perché lo scegliano, “se e quando” NOI lo vogliamo e, soprattutto, manteniamo vivo il contatto con il nostro Centro, che ha un nome: Consapevolezza. Occorre rinforzare il “centro” ma, prima ancora, occorre “riconoscerlo”. Sapere che tre sono le parti che lo costituiscono: spesso (e inutilmente) in lotta fra loro.

Finalmente ri-unite, brillano con un “nuovo” nome: Volontà. Il “mistero della Volontà”, la forza che spinge alla Vita.

Qui occorre tornare. Per esser “signori del nostro regno”, Maestri, e non vittime inconsapevoli. (Leggi: prevedibili, manipolabili, soprattutto governabili perché “sufficientemente disperati”). Occorre lavorare DENTRO. E allenarsi a farlo. Frequentando quelle terre, per riscoprirne gli immensi tesori.Purtroppo, oggi non è più una velleità, o un privilegio per pochi. E’, ora, necessità. Per molti, per tutti noi. 

Facciamolo insieme.

Io ci sono,

Loredana


 

Saranno essenzialmente incontri di “pratica”, ma anche di ascolto e confronto.

Questi i temi sui quali lavoreremo:

Esserci e Non-fare. Introduzione alla Meditazione come Pratica Silenziosa della Presenza Consapevole, per sviluppare intuizione e Volontà

– Sensibilizzazione ad Hara, il baricentro fisico ed energetico situato nel ventre, sede della Volontà, Vitale e Viscerale

– Sensibilizzazione alla ri-unificazone: di maschile/femminile, mente/corpo, razionalità/intuizione

 

Date (sempre da verificare, salvo imprevisti…)

Giovedì, 25 gennaio 2018, ore 19,00 – 20,30

Giovedì, 1 febbraio 2018, ore 19,00 – 20,30

Giovedì, 8 febbraio 2018, ore 19,00 – 20,30

 

Luogo:

Associazione Medicina dei Significati, Via Anacreonte 7, Milano (può essere modificato, in relazione al numero di partecipanti)

 

Prenotazione e Iscrizione:

entro il martedì che precede l’incontro

info@medicinadeisignificati.online – 338 8603 062

 

Costo:

15 euro a incontro. 

Dal secondo incontro, è necessaria la tessera associativa

 

 


 

 

 

Commenti chiusi