Comunicare ai giovani la Nuova Visione del Mondo 

 

giovani e consapevolezza

 

Giovani e consapevolezza

 

La “nuova visione del mondo” è destinata soprattutto a loro…

 

Dobbiamo insegnare (o ricordare) loro a contattare la “passione” – che è DESIDERIO: di crescita, di conoscenza, di scoperta fonte di meraviglia. Tutte diverse declinazioni dell’unica,

 

vera, “ricerca”: la CONOSCENZA DI SE’!

 

-> Se ti interessa, visita anche le pagine: 


 

Occupandoci di Crescita Personale e di diffusione, divulgazione, della nuova “Visione del Mondo” che scaturisce oggi, da una parte, dalle nuove scoperte della scienza e della fisica ma che dall’altra, a nostro avviso, “risponde” ad un desiderio che si sta sempre più manifestando nell’inconscio collettivo, non possiamo non prestare un’attenzione particolare al problema dei giovani, del loro mondo e della scuola che in buona parte lo riempie.

 

La nostra idea nasce da una domanda…

 

…cosa dobbiamo veramente insegnare ai giovani o, meglio, cosa veramente stiamo insegnando loro?

E’ una domanda importantissima: sia per via dell’accelerazione che il nostro mondo sta vivendo in tutti i campi, non solo del sapere, sia per le enormi difficoltà che le famiglie vivono in un momento di profonda trasformazione: economica, sociale, culturale, antropologica. 

E’ sufficiente insegnare, oltre alle tradizionali materie, l’educazione civica, l’educazione sessuale, ecologica, informatica? Certamente, ma – prima – è necessario reimpostare i FONDAMENTI che riguardano l’EDUCAZIONE U*M*A* N*A.

 

Giovani e consapevolezza. In che modo è possibile guidarli?

 

Imparando a riconoscere e ad accettare le proprie emozioni. Imparando a esprimerle: non solo con le parole…

Apprendendo a sviluppare comportamenti empatici per entrare in sintonia con gli altri e instaurare relazioni costruttive e arricchenti.

A promuovere il valore della Coscienza Collettiva, riconoscendo quello della solidarietà e della necessità di superare pregiudizi e stereotipi.

Infine – e questa è per noi anche una Mission – ricordando che essi imparano soprattutto attraverso l’ESEMPIO e, sempre, come già diceva Platone e come oggi sostengono i più importanti filosofi dell’educazione, per “via erotica” (Erotiché): leggi “per passione”.

 

I giovani sono un “Concentrato di Eros”: di Energia, di Passione, di Ideali, di Desideri Evolutivi…

 

…che troppo spesso non sanno dove “depositare”, dove deporre e in nome di cosa, poiché molti degli orizzonti più “vivi” sono stati a loro rubati: l’orizzonte del lavoro, della creatività (che viene inibita, bloccata dal sistema con tutte le sue esuberanti burocrazie), ma anche quelli del sentimento e dei grandi ideali! La loro è l’età della passione idealistica, pura, e della forza che essa produce.

Essi “sentono” il loro cuore battere intensamente dentro di loro ma… spesso non sanno dove “riporlo”. Non sanno – non possono sapere – quale “significato” dalle alla Vita che li attraversa.

E il risultato è, purtroppo, cosa a tutti nota.

 

Per questo dobbiamo insegnare (o ricordare) loro…

 

…a contattare la “passione” – che è DESIDERIO: di crescita, di conoscenza, di scoperta fonte di meraviglia. Tutte diverse declinazioni dell’unica, vera, “ricerca”: la CONOSCENZA DI SE’!

Per far questo, occorre saperli contattare nella loro profondità, saperli affascinare, parlando DI LORO, facendo intendere che ciò che “studiano” li riguarda, è parte di loro e della loro vitaIntercettandoli là, dove essi sono: nella terra delle emozioni.

 

Ma c’è un’altra cosa, di estrema importanza:

 

dobbiamo insegnare loro che un NUOVO PARADIGMA – culturale, scientifico e addirittura morale – si sta modellando all’orizzonte: dobbiamo insegnare loro COSA è veramente l’ESSERE UMANO e quali sono le sue autentiche potenzialità. Un essere SENZA LIMITI, e dotato di una luce che lo rende “divino”: “non limen, sed lumen!” è il motto che ho creato.

Ma, prima, lo dobbiamo scoprire noi.

E’ una strada di “ritorno”, una strada di “ricordo”: ricorda chi sei! ecco la direzione del loro – e del nostro – cammino.

Io ci sono, e con grande passione.

Loredana

 


Giovani e consapevolezza

Giovani e consapevolezza

Commenti chiusi