Il respiro dei Demetra

o “il Corso dell’Anno come cammino d’iniziazione”

 

Struttura del percorso

Samhain 2014 - Eventi

 

 

 

“L’inverno desterà in me l’estate dell’anima”

Rudolf Steiner

 

 

 

 

 

 

Il respiro di Demetra. Struttura del corso:

8 incontri di 2 ore e mezza ciascuno, più uno di introduzione. Gli incontri hanno carattere monografico e sono quindi frequentabili anche separatamente.

 

INTRODUZIONE: Il Corso dell’Anno e il Respiro della Terra

  • Il respiro della Terra, nel pensiero di Rudolf Steiner
  • La divisione dell’Anno in due metà (Solve et Coagula) nella tradizione celtica
  • La consapevolezza energetica: il movimento dell’energia nella natura e nel corpo umano (organi e funzioni, secondo la Medicina Tradizionale Cinese)
  • La consapevolezza ontologica: il Corso dell’Anno come modello di crescita ed evoluzione
  • Importanza dell’interrogare la Tradizione
  • Importanza di conoscere il movimento dell’energia per armonizzarsi con esso in modo opportuno, nelle nostra vita quotidiana

 

– I° e II° incontro. La “fase al nero”: LO SPIRITO DEL BUIO e l’attraversamento della nigredo

Samhain (31 ottobre) e Solstizio d’Inverno (21 dicembre)

Organi coinvolti: polmoni e intestino crasso -> rene/vescica urinaria

  • la “vittoria sulla fame”, o soddisfazione dei “beni primari” propedeutici al Viaggio
  • il bagatto nei tarocchi
  • la “scintilla divina e l’inizio del cammino”
  • la “legittimazione del Desiderio”

 

– III° e IV° incontro: la “fase al bianco”: RISVEGLIO e RINNOVAMENTO, dal solstizio d’inverno all’equinozio di primavera

Imbolc (1 febbraio) ed Equinox (equinozio di primavera)

Organi coinvolti: rene/vescica urinaria -> fegato/vescicola biliare

  • la magia del Seme e l’emergere della Forza Nuova
  • la caduta del primo velo: febbraio e la catarsi iniziatica, o inizio della “fluidificazione” dei contenuti dolorosi e nascosti dell’inconscio
  • il ritrovato contatto con la fons juventutis, o sorgente interiore
  • il mito dell’Unicorno e l’incontro fra razionale e forza selvaggia
  • “fare spazio” per aprirsi all’Incontro con l’Altro
  • l’incontro con l’altro e il primo ridimensionamento dell’Ego
  • la formazione/consapevolezza dell’androgino
  • limitazione ed espansione dei confini dell’Io

 

– V° e VI°  incontro. La “fase al rosso”: in cammino verso la MOLTIPLICAZIONE e l’ABBONDANZA

da Calendimaggio a San Giovanni  (dall’equinozio di primavera al solstizio d’estate)

Organi coinvolti: fegato/vescicola biliare -> cuore/intestino tenue

  • BELTHANE e la Festa della Luce: l’accettazione dell’opposto apre al mistero della fertilità
  • i riti della fertilità come “apertura al principio luminoso inseminatore”
  • incontro e unione degli opposti
  • il ritiro dell’ego, prima immagine della Kènosis divina
  • superamento dell’illusione della dualità: il “farsi nulla, affinché l’Altro sia”
  • dal 4° al 5° chakra: il “passaggio sorvegliato”
  • l’incontro fra Aquila e Serpente, o coscienza e inconscio, “fluidificati” dal cammino sinora compiuto
  • “abbondanza e moltiplicazione”: la fertilità interiore come premessa al raggiungimento degli “obiettivi materiali” della vita

 

– VII° e VIII°  incontro. La “fase all’oro” e l’interezza raggiunta: dal solstizio d’estate all’equinozio d’autunno

Organi coinvolti: cuore/intestino tenue->milza/pancreas

  • la nascita del FRUTTO e l’inizio del compimento
  • nel momento in cui la luce si ritira, ecco che spunta l’oro…
  • 8° tappa nel cammino d’iniziazione: “oculatus abis”…
  • Suaviter, cum magno ingegno…

 

 

 

 

Foto - Fuoco sacro, Samhain 201(6)

Commenti chiusi