Il respiro di Demetra

o “il Corso dell’Anno come cammino d’iniziazione”

 

Struttura del percorso

Samhain 2014 - Eventi

 

 

 

“L’inverno desterà in me l’estate dell’anima” Rudolf Steiner

 

Il Respiro della Terra è un “percorso energetico” che riguarda ognuno di noi. Rendendoci consapevoli della sinergia che viviamo con la natura, ci aiuta a sinergizzare e armonizzarci con essa.

Illustreremo il movimento dell’energia in questo momento dell’anno e il modo in cui questo influisce a livello fisico-energetico, a livello psico-emozionale e a livello profondo-spirituale, per meglio comprendere non solo le sfide individuali verso la nostra persona ma anche gli eventi cui assistiamo nel nostro tempo. 

Le date del calendario sono organizzate in modo tale che l’incontro avvenga in preparazione dell’ “atmosfera” del periodo in causa, in modo da poterne fare una vera “esperienza del SENTIRE”, diretta e non solo teorica, con valore di “preparazione della consapevolezza”. 

 

Verranno forniti strumenti utili per:

 

• affrontare le problematiche più soggette ad accentuazione stagionale e le modalità di intervento preventivo;

• utilizzare lo strumento del movimento corporeo (semplici esercizi derivati dalla tradizione taoista, dal libero movimento corporeo e dallo yoga) per armonizzare l’organismo ai cicli della natura;

• integrare conoscenze base relative all’alimentazione stagionale e alla valenza energetica dei vari alimenti; autoeducarsi alla percezione di sé come parte di un organismo eco-energetico più ampio e risonante;

• lavorare per “costruire un ponte tra scienza e coscienza”. 

 

Il respiro di Demetra. Struttura del corso:

8 incontri di 2 ore ciascuno, più uno di introduzione. Gli incontri hanno carattere monografico e sono quindi frequentabili anche separatamente.

Date 2018: i primi 4 incontri

 

ven. 19 ottobre: “Il respiro della Terra”, incontro esperienziale di introduzione al percorso

ven. 26 ottobre: “Samhain, Quando i mondi si incontrano. L’inizio del viaggio”; 

sab. 15 dicembre: “Yule, la luce nel cuore del buio e la celebrazione della “luce raccolta”; 

ven. 1 febbraio: “Imbolc e il ritorno alla luce”

ven. 15 marzo: “Oestara, La magia del Seme e l’emergere della Forza Nuova” (15 marzo)

 

INTRODUZIONE: Il Corso dell’Anno e il Respiro della Terra

  • Il respiro della Terra, nel pensiero di Rudolf Steiner
  • La divisione dell’Anno in due metà (Solve et Coagula) nella tradizione celtica
  • La consapevolezza energetica: il movimento dell’energia nella natura e nel corpo umano (organi e funzioni, secondo la Medicina Tradizionale Cinese)
  • La consapevolezza ontologica: il Corso dell’Anno come modello di crescita ed evoluzione
  • Importanza dell’interrogare la Tradizione
  • Importanza di conoscere il movimento dell’energia per armonizzarsi con esso in modo opportuno, nelle nostra vita quotidiana

 

– I° e II° incontro. La “fase al nero”: LO SPIRITO DEL BUIO e l’attraversamento della nigredo

Samhain (31 ottobre) e Solstizio d’Inverno (21 dicembre)

Organi coinvolti: polmoni e intestino crasso -> rene/vescica urinaria

  • la “vittoria sulla fame”, o soddisfazione dei “beni primari” propedeutici al Viaggio
  • il bagatto nei tarocchi
  • la “scintilla divina e l’inizio del cammino”
  • la “legittimazione del Desiderio”

 

– III° e IV° incontro: la “fase al bianco”: RISVEGLIO e RINNOVAMENTO, dal solstizio d’inverno all’equinozio di primavera

Imbolc (1 febbraio) ed Equinox (equinozio di primavera)

Organi coinvolti: rene/vescica urinaria -> fegato/vescicola biliare

  • la magia del Seme e l’emergere della Forza Nuova
  • la caduta del primo velo: febbraio e la catarsi iniziatica, o inizio della “fluidificazione” dei contenuti dolorosi e nascosti dell’inconscio
  • il ritrovato contatto con la fons juventutis, o sorgente interiore
  • il mito dell’Unicorno e l’incontro fra razionale e forza selvaggia
  • “fare spazio” per aprirsi all’Incontro con l’Altro
  • l’incontro con l’altro e il primo ridimensionamento dell’Ego
  • la formazione/consapevolezza dell’androgino
  • limitazione ed espansione dei confini dell’Io

 

– V° e VI°  incontro. La “fase al rosso”: in cammino verso la MOLTIPLICAZIONE e l’ABBONDANZA

da Calendimaggio a San Giovanni  (dall’equinozio di primavera al solstizio d’estate)

Organi coinvolti: fegato/vescicola biliare -> cuore/intestino tenue

  • BELTHANE e la Festa della Luce: l’accettazione dell’opposto apre al mistero della fertilità
  • i riti della fertilità come “apertura al principio luminoso inseminatore”
  • incontro e unione degli opposti
  • il ritiro dell’ego, prima immagine della Kènosis divina
  • superamento dell’illusione della dualità: il “farsi nulla, affinché l’Altro sia”
  • dal 4° al 5° chakra: il “passaggio sorvegliato”
  • l’incontro fra Aquila e Serpente, o coscienza e inconscio, “fluidificati” dal cammino sinora compiuto
  • “abbondanza e moltiplicazione”: la fertilità interiore come premessa al raggiungimento degli “obiettivi materiali” della vita

 

– VII° e VIII°  incontro. La “fase all’oro” e l’interezza raggiunta: dal solstizio d’estate all’equinozio d’autunno

Organi coinvolti: cuore/intestino tenue->milza/pancreas

  • la nascita del FRUTTO e l’inizio del compimento
  • nel momento in cui la luce si ritira, ecco che spunta l’oro…
  • 8° tappa nel cammino d’iniziazione: “oculatus abis”…
  • Suaviter, cum magno ingegno…

 


 

Foto delle precedenti edizioni…

 

 

Foto - Fuoco sacro, Samhain 201(6)

Commenti chiusi